Dal 1932, il passatempo più sano ed economico. Entra nel nostro mondo.

Blog

Il Cimento di Edipo (SE 4452)

21-07-2017

Ciao e ben tornati, amici enigmisti!

Affilate le armi: oggi si parte alla riscossa contro uno dei giochi più tosti di tutta la rivista, che già nel nome riassume il livello di difficoltà con cui ci scontreremo. Date fondo alla vostra abilità rebussistica per risolvere il Cimento di Edipo!

Sulla Settimana Enigmistica vengono periodicamente pubblicati con il nome di "Cimento di Edipo" uno o più rebus il cui ragionamento deduttivo risulta particolarmente ostico, tanto da meritarsi questo appellativo; per aiutare noi solutori, ci viene eccezionalmente fornita la prima lettura del gioco (ovvero i numeri del diagramma corrispondenti alle parole chiave), cosa che normalmente non accade per i rebus ordinari che compaiono sulla nostra rivista.

Nel numero 4452 ne troviamo ben due: voglio commentarli entrambi poiché ognuno di essi merita di essere analizzato. Partiamo dal primo:
 


Notiamo subito che si tratta di un rebus muto (vedi qui per altri esempi interessanti!): non ci sono lettere apposte sull'immagine, ma solo una stellina che sta ad indicare il soggetto principale. Trattandosi di un Cimento di Edipo, aspettiamoci di dover esprimere un concetto elaborato, dunque non semplicemente l'identità del soggetto ma anche e soprattutto l'azione che sta compiendo. Innanzitutto, il nostro personaggio non è certamente una persona qualunque: l'ambientazione "olimpica" con tanto di aquila e raggi luminosi mi fa pensare a Zeus o comuqnue una divinità greco-romana; in effetti una delle parole chiave ha lunghezza 3: potrebbe essere proprio "dio"? L'azione non è delle più naturali, ma è abbastanza facile da intuire: sta nascondendo la propria barba. "Barba nasconde dio"? Troppo facile, non funziona: ma forse ci stiamo avvicinando. Barba è un buon candidato: entra nelle 5 lettere e non ci sono molti altri sinonimi per descrivere questo soggetto, che necessariamente dovrà essere nominato data la bizzarra azione.

Che parola potrebbe iniziare per "barba-"? Mi viene in mente barbagianni, o barbarossa... Ma subito li scarto, poiché nel creare rebus si è soliti evitare di usare parole chiave che abbiano un'attinenza di significato con le parole  in soluzione, e barba/barbagianni oppure barba/barbarossa avrebbero decisamente molta attinenza di significato. Cosa rimane? Barbaro, barbarie... Però di 9 lettere, preferibilmente al maschile per concordarsi con quel -dio finale (ricordate?); che ne dite di barbarico? Cosa fa il nostro dio allora? Rico... Rico... Ricopre! Troppo corto... Però non ricopre una barba qualsiasi, ma la sua: allora ricopresi!

Finalmente! La soluzione è
Barba ricopresi dio = barbarico presidio.

Vediamo ora di... cimentarci col secondo:
 


Primissimo commento: vi faccio notare che le lettere apposte sui due bambini sono staccate, ovvero i gruppi FU e R costituiscono due parole chiave diverse e dunque non compariranno nella prima lettura come la parola da 3 lettere che vediamo, ma come una da 2 e una da 1. Siccome è molto improbabile che una parola termini per R, possiamo dirci abbastanza sicuri che la lettera R comparirà in penultima posizione, seguita da un'altra parola da 1 che non potrà che essere una vocale; ci vado un po' di esperienza, ma data la posizione sono quasi certo che si tratti della terza persona del verbo essere, "è". Abbiamo quindi già un po' di lettere da poter posizionare nel diagramma!

Passiamo all'analisi della scena: i due bambini, insieme, sembrano essere accusati dalla mamma di aver rubato il miele, come in tante tipiche scene da rebus; una volta tanto, però, i due bambini non mostrano prove di colpevolezza dietro la schiena, e dunque non possiamo dire con certezza che stiano mentendo, anzi! Quelle della madre sono solo illazioni, o... E dunque FU, insieme anche a R, è un... Stavolta non voglio darvi la soluzione completa: pensateci un po' e fatemi sapere nei commenti se ci siete riusciti!

Spero che vi siate divertiti a giocare con me e che continuerete a farlo risolvendo tanti cimenti di Edipo!


Ci vediamo al prossimo post,
Matt
Leggi tutto »